Nel 1985 divenne capogruppo il sig. Belingheri Luigi, che rimase in carica fino al 1991. I soci alpini passano da 85 (nel 1985) a 86 (nel 1992) con l'aggiunta di 18 amici degli alpini.
Oltre alle solite piccole iniziative parrocchiali e sociali, nel 1985 un grave incendio  bruciò l'abitazione del nostro socio e amico (Pustì): fu prontamente formato un comitato di solidarietà per la raccolta di fondi, che ammontò a circa 25.000.000 di Lire.
A Marzo del 1985 ci fu la prima edizione del trofeo Piantoni  Livio a.m., organizzata dal locale sci club con il quale collaborammo. Le successive edizioni del trofeo furono predisposte direttamente dal nostro gruppo.
Nel 1986, su richiesta del parroco, prendemmo in considerazione il recupero e la ristrutturazione delle Santelle di Colere. Espressa la nostra disponibilità, iniziammo il 20 settembre con la Santella dei Morti, situata in centro abitato: i lavori furono portati a termine nel maggio del 1987.
Nel 1987 festeggiammo l'ultimazione dei laboriosi e impegnativi lavori di realizzazione  della nostra sede che fu inaugurata nel mese di luglio.
Nel 1988 ristrutturammo il "Santel dei Maghèr" e la chiesetta della contrada Magnone, che fu ultimata solo nel 1989: per quest'ultima contribuirono finanziariamente anche alcuni privati del luogo. 
Nel 1989 fu organizzata a Colere la 38^ edizione del trofeo Sora.

Nel 1990 viene nominato Cavaliere della Repubblica il nostro socio Sign.Giacomo Belingheri.
Nel 1990, in collaborazione con l’amministrazione comunale, si decise di erigere un monumento ai caduti sul lavoro da collocare presso il cortile del Cesulì: oltre a contribuire con la nostra manodopera, offrimmo una somma di Lire 3.000.000.
Sempre nel 1990 ci venne chiesto di dare un contributo al centro dialisi di Clusone: donammo Lire 20.000.000, prelevati del fondo solidarietà,  e Lire 1.500.000  prelevati dai fondi correnti del nostro gruppo.
Nel 1991, fu prelevata del fondo solidarietà la somma di Lire 5.000.000, destinata  a Padre Valentino, e servita alla costruzione di un ospedale per disabili in Brasile, dove il nostro concittadino è impegnato da tempo.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.