A completamento e a ricordo dei festeggiamenti per l’importante anniversario, documentato con le foto a disposizione, si trascrive il discorso di circostanza del Capogruppo Aronne Belingheri.

“Oggi siamo qui a festeggiare i 90 anni del Gruppo Alpini Colere. Novanta anni sono tanti: quante gioie e quanti dolori hanno riservato tutti questi anni! Voglio pensare al 1926, anno di fondazione del gruppo: pensiamo a cosa han dovuto passare tutti quegli uomini negli anni a venire. La miseria dovuta alla grande guerra, la seconda guerra mondiale e la rinascita dell’essere umano, per trovare successivamente la voglia e la forza di rifondare il gruppo alpini.
Oggi, grazie al sacrificio di tante persone, siamo qui a festeggiare. Non deve essere un punto d’arrivo, ma una tappa di un altro lungo cammino, almeno spero. Personalmente credo che se non tornerà la naja, difficilmente faremo altri 90 anni da alpini in congedo, ma dovremo adattarci ai cambiamenti che la vita ci mette di fronte, far capire alle prossime generazioni che l’essere Alpino è un modo di stare al mondo e non solo l’aver fatto la naja. Prima però di farlo capire ai ragazzi, dobbiamo rassegnarci noi, aprire il nostro piccolo mondo anche a chi non ha fatto e non farà l’Alpino; non si vive solo di valori etici e morali, ma soprattutto i nostri paesini di montagna hanno bisogno di ragazzi e uomini che si impegnino per migliorare la vita quotidiana di chi ci vive.
Oggi festeggiamo anche il 4° intergruppo della Valle di Scalve: abbiamo unito i festeggiamenti dell’intergruppo a quelli per il 90° per non fare troppe feste in paese, altrimenti poi magari ci dite che siam capaci solo di far festa. Ringrazio anche tutti gli altri gruppi della valle che oggi hanno voluto esserci.
Non voglio elencare quello che è stato fatto dal gruppo in tutti questi anni e nemmeno elencare tutte le persone che con passione e determinazione ci hanno permesso di essere qui oggi, ci vorrebbe un giorno intero e non mi sembra il caso. Però un grosso grazie lasciatemelo dire.
Un grazie che va a tante persone, grazie a tutti quelli che in questi anni ci hanno accompagnato fino a qui, grazie a voi che oggi siete qui a festeggiare con noi, grazie alle maestre e ai bambini che oggi ricorderanno i caduti di tutte le guerre, grazie soprattutto a chi crede in quel che facciamo e ci perdona quando sbagliamo. Non siamo super eroi, non ci basta mettere il cappello in testa, siamo uomini normali con pregi e difetti, ma una cosa ci accomuna: l’essere Alpini.
Buona e lunga vita a tutti, buona e lunga vita agli Alpini di Colere.” 

 

001

003

004

005

006

007

008

009

010

011

012

013

014

015

016

017

018

019

020

021

022

023

024

025

026

027

028

030

031

032

033

034

035

036

037

038

039

040

041

042

043

044

045

046

047

048

049

052

029

050

051

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.