SENTIERO ARANCIO

MUSEO DELLE MINIERE – CASTELLO 

L’ARANCIO è il sentiero che piu’ degli altri coniuga l’ambiente con la cultura locale. Parte, infatti, dal Museo della Miniera, in localita’ Carbonera. Una visita al museo è d’obbligo. Potrete vedere tutto cio’ che riguarda le vecchie miniere della Presolana, da dove si estraeva la fluorite, chiuse definitivamente alla fine degli anni ‘70 e che sono state per anni l’unica possibilita’ di lavoro per decine di famiglie del paese. Potrete assistere alla simulazione del lavaggio del minerale, vedere molti attrezzi che si usavano in galleria e guardare la corposa documentazione fotografica. Per una modica cifra si puo’ acquistare il  DVD “Radici nella roccia”, un documentario che raccoglie le testimonianze degli ex minatori. Ora potete iniziare a percorrere il Sentiero Arancio che, per un lungo tratto è una vera e propria stradina e che parte subito con una discreta ma breve salita. La stradina si sviluppa in un bosco di faggi ed abeti molto fitti fino in loc Pian di Vione, dove si apre uno spettacolare anfiteatro naturale con le inquietanti e spettacolari pareti rocciose della Presolana che fanno la guardia alla pineta. Invece di seguire le indicazioni per il Rifugio Albani, tenete la stradina che gira a sinistra che, dopo una leggera salita, vi porterà in localita’ Fontane. Dopo le Fontane si scende decisamente, per poi iniziare un lungo tratto pianeggiante in mezzo ad un magnifico bosco di faggi ed abeti. Proseguite dritti fino alla “Cascina dei Chichì”, sopra l’abitato di Grana. Di tanto in tanto il bosco si apre in spettacolari finestre sul Pizzo Camino e sulla sottostante, immensa, abetaia. Dopo la cascina la stradina prosegue per poche centinaia di metri, per poi trasformarsi in un sentiero. All’altezza di una minuscola pozza (il pozzo della Issa), inizia la discesa che vi porterà dopo pochi minuti alla Cascina del Suliff      e, quindi, nell’abitato della frazione Valle Richetti. Ancora qualche centinaio di metri e siete arrivati in loc. Castello, la vostra meta finale. Ora, per tornare a Colere,  avete due alternative: o rifare tutto il percorso al contrario o dare un’occhiata agli orari del bus e, se siete fortunati, tornare con quello. Qualsiasi cosa decidiate, noi vi auguriamo una bellissima passeggiata sul sentiero arancio

sentiero arancio

 

Info sul percorso

 tabella arancio


Grafico dislivello del sentiero

grafico arancio

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.