Quando al mattino presto ti alzi e guadando dalla finestra vedi il cielo stellato, sai già che all'ottanta per cento andrà tutto bene; si sale in seggiovia, si prepara tutto, si controlla ancora una volta che tutto sia stato fatto bene, si parte.
I tracciati, come sempre, sono curati alla perfezione, ogni tanto si butta un pò di solfato per garantire a tutti una pista perfetta; finite le gare, si arriva al parterre e si sente il profumo di strinù e di vin brulè.
Si smantella tutto e si riscende in paese, si mangia un ottimo piatto di casoncelli in sede Alpini, cucinati dai "veci", poi si va al cimitero per ricordare il perchè di tutto questo; Livio, Placido, Giosep e Roby: nonostante questa vita troppo frenetica, ci si ferma un attimo per riflettere e per ringraziare questi pionieri, Alpini, gente di montagna che ci hanno trasmesso la passione, che ci hanno insegnato che i valori della vita sono questi, lo stare insieme, dar la possibilità ai bambini di sciare, competere per un risultato, emozionarsi.
Grazie ragazzi, vi dobbiamo tanto, non riusciremo a ripagarvi di tutto, ma vi ricorderemo... sempre.

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.